giovedì 14 aprile 2011

Schalke 04 - Inter 2 - 1 commento

Ieri sera l'Inter non ha rimontato il pesante passivo di 5 a 2 interno dell'andata ed è stata eliminata nel ritorno di Champions League in casa dello Schalke 04 perdendo 2 a 1; reti di Ral al 45' del primo tempo, Thiago Motta al 4' della ripresa pareggia per l'Inter e al 36' Howedes segna la rete conclusiva del match.

Il tabellino di Schalke 04 - Inter:

Marcatori: 45' Raul, 4' st Thiago Motta, 36' st Howedes.


Schalke 04: 1 Neuer; 22 Uchida, 21 Metzelder,  4 Howedes, 2 Sarpei; 11 Baumjohann (28' st 31 Draxler), 32 Matip, 14 Papadopoulos, 18 Jurado (42' st 13 Schmitz); 7 Raul, 9 Edu (32' st 15 Charisteas)
A disposizione: 33 Schober, 5 Plestan, 8 Hao, 16 Karimi.
Allenatore: Ralf Rangnick

Inter: 1 Julio Cesar; 13 Maicon, 6 Lucio, 15 Ranocchia, 55 Nagatomo; 4 Zanetti, 8 Thiago Motta, 5 Stankovic (1' st 27 Pandev); 10 Sneijder (35' st 29 Coutinho), 22 Milito, 9 Eto'o.

A disposizione: 12 Castellazzi, 2 Cordoba, 14 Kharja, 19 Cambiasso, 23 Materazzi, 29 Coutinho.
Allenatore: Leonardo

Arbitro: Damir Skomina (Slo)


Ammoniti: 30' Lucio, 43' Raul, 13' st Thiago Motta, 21' st Papadopoulos, 42' st Schmitz, 45' st Ranocchia.

Tempi di recupero: 1'-1'.

Commento Schalke 04 - Inter:

Leonardo dal primo minuto fa partire titolare Thiago Motta al posto di Cambiasso e finalmente sulla fascia sinistra inserisce Nagatomo che sta passando un periodo di splendida forma.

Finalmente è tornato Lucio a centrale e l'assenza di Pandev un pò mi dispiace ma si gioca in 11 e il tridente delle meraviglie (Sneijder, Eto'o e Milito) più Stankovic non si può non far giocare.

Servono 4 gol, impresa impossibile ma la pazza Inter ci ha abituato all'inverosimile, come dimenticare il passato recente con i 4 gol nel primo tempo al Tottenham o i 5 nella ripresa al Genoa?
Negli ultimi istanti di partita per non andarmene anzitempo mi son ricordato i tre gol in 5 minuti rifilati alla Sampdoria nel gennaio 2005: 88' Martins, 91' Vieri, 93' Recoba dopo che per tutto l'incontro l'Inter non aveva dato segno di risveglio in svantaggio per 2 a 0.

Brutto primo tempo, al 5' Sneijder calcia in porta ma centralmente quindi Neuer para senza difficoltà.
Grande partita di Nagatomo che sulla fascia sinistra attacca e costruisce azioni offensive con Eto'o e fa rimpiangere il suo inutilizzo per lunga parte dell'andata.
Il camerunese attacca sempre sulla sinistra ma non passa la palla e spesso si avventura in dribbling solo contro tutti perdendo inevitabilmente la sfera.

Maicon sulla destra ha a disposizione migliaia di palloni perchè lo Schalke inspiegabilmente lo lascia sempre da solo ma il brasiliano ha sempre qualche disavventura per non fare un cross decente: una volta si dribbla da solo e si fa recuperare dagli avversari, un'altra volta in attacco non c'è nessuno quindi a chi crosserebbe? Un'altra volta ci son troppi difensori in area e le restanti innumerevoli volte indirizza la palla dove non vorrebbe, o fuori o nei piedi degli avversari.

Bastano pochi minuti di partita per capire che l'arbitro sloveno Skomina non è quello che mi auguravo dirigendo all'inglese non fermando quasi mai l'azione e risparmiando cartellini gialli sull'entrate pericolose dei difensori dello Schalke su Milito ed Eto'o.

L'ammonizione però è toccata al 30' a Lucio, ma la colpa è tutta del rientrante brasiliano che si è andato a punzecchiare con Raul e ha continuato a protestare vivacemente fino a farsi inevitabilmente ammonire.

Da questo punto di vista la partita non si è persa solo all'andata ma addirittura agli ottavi di finale nel match vinto a Monaco con il Bayern perchè Lucio si fece ammonire stupidamente al 14' della ripresa e ho già scritto tantissime volte che il nostro pilastro difensivo a Milano avrebbe sostuito Chivu e quindi cinque gol non l'avremmo subiti neanche in 9 contro 11.

L'Inter nella prima mezz'ora ha attaccato ma non ha mai impensierito la difesa dello Schalke che si è coperta benissimo, mentre i tedeschi son andati a concludere di testa nella nostra porta al 17' con Raul su cross di Jurado.

Il primo vero pericolo per Neuer giunge al 35' circa quando Stankovic da fuori area calcia benissimo e impegna severamente il numero uno dell Schalke che si salva deviando in angolo, pochi minuti dopo al 39' ancora il serbo sugli scudi verticalizza per Maicon che face tu face con il portiere avversario calcia fuori.

L'Inter ha mancato due occasioni in pochi minuti e galvanizzata dal momento positivo grazie al leggero calo degli avversari inizia ad accellerare e manca il gol in altre occasioni ma un errore a centrocampo di Thiago Motta permette allo Schalke di buttarsi in contropiede e perforare la difesa Nerazzurra con Raul (ammonito al 43') che riceve palla da Baumjohann e dribbla Julio Cesar.

Per sperare nella rimonta improbabile l'Inter doveva chiudere almeno 2 a 0 il primo tempo e invece sotto di un gol dovrà farne 5 nella ripresa per qualificarsi.

L'Inter ha ben tenuto palla per tutto il primo tempo ma Milito ha dormito non toccando neanche un pallone e come dovevamo segnare senza attacco?

Eto'o, come detto prima, si è trovato davanti un muro di difensori avversari ma invece di passare a Nagatomo sempre affiancato, si lanciava in dribbling senza speranze e perdeva palloni.

Malissimo Thiago Motta nonostante il gol che andrà a segnare nel secondo tempo.

Anche Sneijder a tratti sembrava non ci fosse in campo.

Secondo tempo

Leonardo inserisce Pandev al posto di Stankovic sin da subito e l'Inter crea più azioni d'attacco, con il senno di poi, forse andava messo in campo da inizio partita acnhe se il serbo ha giocato benissimo ma doveva fare di più...

al 4' Thiago Motta su corner battuto da Sneijder mette a segno e accende le speranze nerazzurre di rimonta.

Nei 10 minuti successivi non succede nulla con lo Schalke che imbriglia i nostri attaccanti e al solito Milito fermo.

Al 13' viene ammonito Thiago Motta, il fallo è brutto ma come al solito noi al primo intervento irregolare ci becchiamo il cartellino giallo mentre gli avversari su 10 falli a stento vengono sanzionati con il calcio di punizione.
Papadopoulos che verrà ammonito al 21' della ripresa, ha commesso falli e interventi duri sin dall'inizio della partita!

Al 14' è in fuorigioco la rete dei tedeschi con Howedes che realizza sul cross di Jurado e con sponda di Edu.

Al 17' Eto'o di testa vicinissimo al gol su cross di Sneijder ma la palla va alta. 

Al 23' altra interessante azione dell'Inter con Milito che aggancia il pallone passato da Eto'o e in una girata al volo lo spedisce sopra la traversa.
Son convinto che l'anno scorso, nella stessa posizione, il pallone l'avrebbe spedito dentro! 

Al 28' cambio nelle file dei tedeschi, Baumjohann viene sostituito da Draxler.Al 30' la punizione battuta da Sneijder sfiora il palo.

Al 32' nuovo cambio di Ralf Rangnick che toglie Edu inserendo Charisteas.

Al 35' esce Sneijder ed entra Coutinho; il problema di questa stagione è che non abbiamo riserve decenti, si pensava che il giovane brasiliano fosse come Pato, in realtà, mi fa male pensarlo e scriverlo, il milanista è molto più forte.

Al 36' fine dei sogni con lo Schalke che raddoppia con Howedes che riceve un pallonetto di Raul e tutto solo si invola nei pressi del centrocampo trafiggendo Julio Cesar.
In quell'azione Thiago Motta non si sa dov'è, Nagatomo in controtempo corre velocissimo a difendere ma i metri da recuperare erano un abisso; Ranocchia era con spalle alla sua porta e il tempo di girarsi l'avversario gli era scappato.

Al 42' Jurado viene sostituito da Schmitz che verrà ammonito pochi secondi dopo per aver trattenuto Maicon in forcing sulla fascia destra.

Al 45' ammonito Ranocchia.
Un solo minuto di recupero e l'Inter esce battuta per 2 a 1, notare come Leonardo non abbia effettuato il terzo cambio; un grave difetto l'ex allenatore milanista è proprio questo: non sa cambiare in corsa una squadra!

Fa male uscire in questo modo dalla Champions, ma lo Schalke nonostante le due vittorie nette non è stato affatto superiore a noi; ha avuto solo la fortuna di trovarci in pessima condizione e la colpa è della pausa per le nazionali che ci ha rispedito in campo senza forze con i nostri campioni in giro per il Mondo a difendere i colori dei loro stati mentre gli avversari si son riposati.

Siamo stati senza attaccanti, Milito è fuori condizione da inizio stagione e Suazo infortunato di lungo corso.
Con il senno di poi andava schierato Pandev dal primo minuto al posto del bomber argentino ma 4 gol erano tanti da segnare e lo Schalke non ha dormito.

Nonostante la sconfitta, non dimentichiamoci che questa squadra l'anno scorso ha vinto quasi (è mancata la Supercoppa Europea) tutto ed è campione d'Europa e del Mondo in carica.

I commenti e tabellini delle altre partite dell'Inter di quest'anno:

2 commenti:

  1. Ciao, sono Giuseppe, autore del blog cervelliamo http://cervelliamo.blogspot.com
    Stiamo cercando collaboratori per espandere ancora di più, articoli di qualità nella vasta rete di internet.
    Ci sono tante categorie su cui orientarsi e si può scrivere su uno o più argomenti.
    Attualmente siamo in 30 che scrivono sul blog, in piena libertà e con articoli originali ed unici (non copia ed incolla).
    Facciamo una media di 3000 pagine viste al giorno e, man, mano, andiamo a
    Potrai utilizzare Cervelliamo come secondo blog, divulgare informazione inoltre, avrai la possibilità di guadagnarci su con il sistema adsense di google, facile, meritocratico e sicuro.
    Siamo presenti nei maggiori network della rete, siamo su google news, vantiamo una fan page su facebook con più di 1500 persone, tutti gli articoli del blog sarranno automaticamente visibili sulla fan page ed allieteranno la lettura dei nostri fan sempre in crescita.
    Se ti piace scrivere e vuoi provare questa nuova esperienza, conoscere il team, migliorare insieme, non esitare a contattarmi, sia per email o direttamente su facebook al mio indirizzo personale.
    http://www.facebook.com/cervelliam0
    Ti aspetto!

    RispondiElimina
  2. Siamo al capolinea. Peccato aver gettato al vento un'intera stagione (campionato + CL) in così poco tempo ma non si può sempre vincere. Sono sempre molto critico con la nostra Beneamata ma pensandoci bene non si può criticare più di quel tanto giocatori e società. Il ciclo è al tramonto e li ringrazio per ciò che ci hanno dato in questi ultimi 5 anni e soprattutto nel 2010. IRRIPETIBILE!!!

    Ciao.

    LeNny

    ;)

    RispondiElimina

ARGOMENTI DEL BLOG

Se vuoi mettere un collegamento a sul tuo blog copia e incolla il codice sottostante.