martedì 1 marzo 2011

Milan - Napoli 3 - 0 commento

Ieri sera, eccezionalmente di lunedi, il posticipo che chiude la 27a giornata di serie A 2010/11 tra le prime due in classifica: Il Milan e il Napoli. 

In basso il tabellino di Milan - Napoli:

MILAN (4-3-1-2): Abbiati, Abate (36′s.t. Oddo), Nesta, Thiago Silva, Jankulovski (27′s.t. Emanuelsson), Gattuso, Flamini, Van Bommel, Robinho (18′s.t. Boateng), Pato, Ibrahimovic. Panchina: Amelia, Yepes, Seedorf, Cassano. Allenatore: Allegri

NAPOLI (3-4-2-1): De Sanctis, Aronica, Campagnaro, Cannavaro, Maggio (33′s.t. Sosa), Pazienza, Gargano (39′s.t. Yebda), Dossena, Mascara (20′s.t. Zuniga), Hamsik, Cavani. Panchina: Iezzo, Santacroce, Victor Ruiz, C.Lucarelli. Allenatore: Mazzarri

Reti: 4′s.t. Ibrahimovic su rig. (Mil), 32′s.t. Boateng (Mil), 34′s.t. Pato (Mil)

Ammoniti: Pato (Mil), Boateng (Mil), Gargano (Nap), Aronica (Nap).

Arbitro Rocchi.

Commento Milan - Napoli:

primo tempo

il primo tempo è stato alla pari, il Napoli ha concesso tantissimo al Milan che quando si è spinto in attacco ha sempre creato diversi problemi alla formazione partenopea.
Al 14' del primo tempo viene fischiato un fuorigioco inesistente a Cavani in posizione interessante e così poco dopo altra sventolata del guardalinee che penalizza il Napoli.
Già questi due episodi contro la squadra di Mazzarri dovrebbero già far capire che in campo si è 12 contro 11 ma il peggior elemento penalizzato è stata la mancata espulsione di Pato sul finire di primo tempo quando ha spintonato un giocatore del Napoli con la palla in mano; il gesto andava punito con l'espulsione invece Rocchi ha solo ammonito.

Secondo tempo

il Milan è partito fortissimo creando diverse occasioni da gol in avvio, ma al 4' minuto gli è stato regalato un rigore trasformato da Ibrahimovic per tocco di mano di Aronica nel tentativo di contrastare Pato.
L'azione andava già interrotta l'istante prima per via del fallo in attacco di Ibrahimovic su Cannavaro.

Prima o poi i Rossoneri avrebbero segnato per come erano partiti forti, anche perchè poi il Napoli non ha reagito più e ha giocato malissimo. Fino ad allora i secondi in classifica avevano concluso poco e niente e l'assenza di Lavezzi (anche questa decisione di squalificarlo per tre turni è dubbia, visto che le telecamere non hanno mai mostrato il suo sputo ai danni di Rosi) si è fatta sentire.

Al 32' e al 34' il Milan ha chiuso la partita vincendo tre a zero, in precedenza De Sanctis ha parato tutto quello che c'era da parare!

Non sto criticando il Milan che ha vinto giocando meglio, ma le partite son decise da episodi: non fischi fuorigioco a Cavani al 14' che era in posizione regolare di un metro e vediamo se il match non cambia...
con una casacca non bianconera o rossonera, Pato sarebbe stato espulso da qualsiasi arbitro, anche il peggior brocco avrebbe visto la spinta e poi tutto il secondo tempo 11 contro 10 vorrei vedere se il Milan avrebbe vinto lo stesso...
il direttore di gara ha giudicato l'episodio ammonendo il Papero e quindi la prova televisiva non può intervenire; l'attaccante brasiliano quindi si è evitato le sacrosante 4 giornate di squalifica.

Il Milan ha già vinto lo scudetto al 99%: 5 punti in più dell'Inter che deve ancora affrontare il Napoli, quasi eliminata dalla Champions e quindi concentrato sul suo unico obiettivo stagionale oltre alla Coppa Italia, arbitraggi come quello di ieri che permettono di giocare sul velluto (in queste condizioni Van Bommel, Flamini, Jankuloski e Gattuso possono fare quello che vogliono...).

1 commento:

  1. Quoto al 100%
    ma la speranza é l'ultima a morire !

    RispondiElimina

ARGOMENTI DEL BLOG

Se vuoi mettere un collegamento a sul tuo blog copia e incolla il codice sottostante.